Specchio delle mie lame

Luca Matti

Storie visive sull’inconscio collettivo

Situazioni grottesche e surreali, che raccontano in un’immagine comportamenti umani comuni e pensieri inconsci che ci accomunano.

€ 18,00
Spedito entro 3-4 giorni
Disponibile

Un linguaggio figurativo surreale e concettuale oltre la graphic novel, che racconta in un’immagine i tormenti, i timori, le fobie che possono prendere forma dentro e fuori di noi, ma, talvolta, anche le vie di uscita da essi.

Una raccolta di 47 micro storie visive sull’inconscio collettivo realizzate da Luca Matti su soggetti originali. Un linguaggio surreale e concettuale oltre la graphic novel in cui ogni disegno rimanda a condizioni esistenziali attraverso metafore visive, scava nella rappresentazione della realtà che produce la mente o la nostra emotività.

Non sono necessarie parole per comprendere il messaggio, tutto risalta attraverso lo stile artistico, deciso e penetrante, figurativo e surreale, che racconta in un’immagine i
tormenti, i timori, le fobie che possono prendere forma dentro e fuori di noi, ma, talvolta, anche le vie di uscita da essi. Una condizione in cui il nostro inconscio personale può trovarsi a vivere, un inconscio che diventa collettivo e che condivide paure e amori della vita.
In appendice:
I percorsi creativi, quelli che hanno portato alla realizzazione di alcuni disegni, spiegati dall’artista stesso.
Nel laboratorio dell’artista, con i bozzetti preparatori alle opere.

Scarica alcuni estratti dal libro nella sezione DOCUMENTI ALLEGATI

Luca Matti nasce a Firenze nel 1964. Si occupa a lungo di fumetto, illustrazione e grafica, collaborando con case editrici e agenzie pubblicitarie. Dai primi anni ‘90 si dedica alla pittura e alla scultura sperimentando varie tecniche e materiali. Dal 1994 il suo lavoro si concentra sulla tematica della città eliminando il colore e utilizzando solo il bianco e nero. L’opera di Luca Matti si presenta intimamente connessa al rapporto che lega l’uomo alla città e negli anni ha composto un’insolita iconografia di oggetti e interni domestici, di figure a metà tra l’uomo e l’insetto e di vertiginosi panorami urbani. Nel suo lavoro non ci sono confini tra disegno, pittura, scultura e videoanimazione. I vari linguaggi si condizionano e si contaminano reciprocamente, dando vita a un immaginario metropolitano.

26 Articoli

Scheda tecnica

Altezza
21 cm
Larghezza
21 cm
Composizioni
pagine 128

Non ci sono recensioni dei clienti per il momento.